Blog

Top cucina: consigli e guida completa ai materiali 2019

Top cucina dekton Entzo

Il top per cucine rappresenta un componente imprescindibile. Si tratta di un elemento con cui abbiamo a che fare ogni giorno, dalla preparazione di una semplice colazione alle cene più importanti.

Chiamato anche “piano cucina”, ormai è famoso come “top”, derivante dal gergo dei produttori di cucine. Questo indica appunto la parte più alta della cucina, che viene adibita a piano di lavoro.

Top per cucine: estetica o funzionalità? La battaglia infinita.

Sempre in bilico tra una scelta orientata all’estetica o alla funzionalità, il percorso corretto per la scelta del piano di lavoro che fa al tuo caso, dovrebbe tenere in considerazione sia le tue abitudini di utilizzo della cucina che lo stile e l’identità con cui vuoi personalizzarla.

Meglio un top per cucine in materiale pregiato, bello esteticamente ma soggetto a manutenzione, o un piano di lavoro leggermente più economico dove potrai cucinare senza avere pensieri?

Vuoi un arredatore a tua disposizione?

nel punto vendita a te più vicino

Scegliere il giusto top cucina: come valutare usura e materiali utilizzati.

Il piano di lavoro è uno dei componenti fondamentali di una cucina e, probabilmente, quello con maggiore rischio di logoramento.

Durante la scelta ricordati sempre che verrà costantemente sottoposto a sollecitazioni.

Ad esempio, verrà spesso a contatto con numerosi agenti corrosivi (basti pensare all’aceto o al semplice sale), con le lame dei coltelli e con le alte temperature che potrebbero danneggiarlo velocemente.

top per cucine 2

Top per cucine: quale materiale scegliere?

Nella scelta dei materiali, la tecnologia entra in gioco come protagonista assoluta.
Vediamo quali sono i materiali maggiormente utilizzati e le loro caratteristiche:

1. PIANO CUCINA IN LAMINATO ABS.

In cima alle preferenze degli italiani per quanto riguarda il top per cucine c’è il laminato ABS. Un materiale che unisce un ottimo prezzo a interessanti caratteristiche.

Proposta estremamente versatile che si adatta a ogni tipologia di cucina: la scelta migliore sia per funzionalità, sia per estetica.

Il laminato ABS ha maggiore resistenza agli urti frontali rispetto al laminato postformato e regala grande potere di scelta grazie all’ampia gamma di colori e le tre diverse altezze.

Oltre alle numerose finiture, l’altezza a 2 cm (4 e 6 cm le alternative) è una soluzione molto particolare, ideale se abbinata al sistema di apertura ante a gola.

Il bordo perfettamente squadrato è la caratteristica principale che aumenta il fascino del top più utilizzato nelle cucine degli italiani.

2. PIANO CUCINA IN LAMINATO POSTFORMATO.

Fino a qualche anno fa era il top per cucine più utilizzato. Composto da un pannello in particelle di legno, materiale economico che in questo caso non è assolutamente sinonimo di bassa qualità.

Oltre al prezzo, uno dei principali vantaggi del laminato postformato è la vastissima offerta di colori a disposizione: la scelta spazia infatti dalle tinte più classiche e tradizionali alle finiture innovative e particolari che generano effetti materici, che riproducono, sia alla vista sia al tatto, materiali come pietre e legni.

Altra importante caratteristica da non trascurare è la praticità: facilità d’uso legata all’elevata resistenza ai graffi soprattutto nelle finiture materiche e alla facilità di rimozione delle macchie, un pericolo sempre vivo in cucina.

Di contro il principale limite tecnico di questo tipo di top per cucine è rappresentato dalla sensibilità al calore: è sconsigliabile appoggiare sul laminato postformato pentole o padelle appena tolte dal piano cottura, per non rovinare la bellezza del top.

3. PIANO CUCINA IN LAMINATO STRATIFICATO HPL.

L’evoluzione del laminato postformato ha portato alla creazione di un laminato stratificato HPL, top formato da strati di resina termoindurente.

Questo tipo di top per cucine eredita tutte le qualità tecniche del laminato postformato, ottimizzando ulteriormente il valore, introducendo nuove, interessanti e funzionali caratteristiche.

Tra tutte, spicca l’assoluta impermeabilità che rappresenta il principale vantaggio di questo top che offre la possibilità di realizzare le vasche del lavello integrate, ovviamente con la stessa finitura.

Altre caratteristiche innovative di questo top sono rappresentate dalla resistenza agli oli e la resistenza a temperature fino a 180°.

Queste tre caratteristiche rendono il laminato stratificato HPL uno tra i top meno delicati e più funzionali nell’intero panorama dei piani di lavoro per la cucina.

Una composizione di grande impatto estetico, una soluzione che garantisce continuità, generando un effetto coerente e lineare.

top per cucine - HPL
top per cucine - lavello HPL

4. PIANO CUCINA IN FENIX.

Anche questo materiale nasce dal laminato postformato e adotta tutte le sue principali caratteristiche, alle quali vanno aggiunte le preziose nuove ricerche sulle nanotecnologie.

Materiale con un’elevata resistenza all’usura, il Fenix può contare anche su una capacità di auto-riparazione da micro graffi attraverso l’esposizione al calore (è sufficiente passare sulla zona un ferro da stiro su panno).

A questa importante caratteristica funzionale se ne somma una di grande impatto estetico: le resine che ricoprono il top donano una piacevole e particolare sensazione al tatto che lo rendono quasi morbido e anti impronta.

Queste peculiarità, insieme a una gamma cromatica completamente rinnovata, classificano il Fenix come uno dei top per cucine più affascinanti, ideali per esaltare l’estetica della vostra cucina moderna.

Vuoi un arredatore a tua disposizione?

nel punto vendita a te più vicino

5. PIANO CUCINA IN QUARZO.

Una valida alternativa è rappresentata dal top in Quarzo.

In realtà si tratta di un agglomerato di Quarzo: un materiale composto per circa il 95% da quarzo e per il restante 5% da resine che ne aumentano la naturale impermeabilità.

Materiale assolutamente liscio e non poroso, caratteristica che lo rende inassorbente e quindi particolarmente igienico, il top per cucine in Quarzo si contraddistingue rispetto alle altre soluzioni per l’estrema durezza e resistenza all’abrasione.

Va comunque posta attenzione perchè questo top non è così resistente alle fonti di calore, che possono provocare macchie dovute al surriscaldamento delle resine o crepe per l’elevata differenza di temperatura.

E’ consigliabile evitare di appoggiare sul piano di lavoro in Quarzo padelle e pentole appena tolte dai fornelli o dal forno.

Un altro suggerimento utile è la scelta di preferire lavelli sotto-top che abbina un sicuro risultato estetico con un prezzo maggiormente abbordabile rispetto a soluzioni con lavello integrato.

La continua innovazione e l’interminabile ricerca ha recentemente dato alla luce nuove interessanti varianti nelle finiture dei top per cucine in Quarzo grazie all’introduzione di lavorazioni che riproducono gli effetti delle pietre naturali.

top per cucine - anta essenza gola
top per cucine - alzatina

6. PIANO CUCINA IN BETACRYL.

Questo materiale si contraddistingue per un elevato contenuto tecnologico.

La principale caratteristica di questo materiale è di essere sempre riparabile con interventi di termoformatura.

Una pratica che rende possibile eliminare eventuali graffi o rotture accidentali in modo pulito, senza lasciare alcun tipo di traccia.

Questa caratteristica è la stessa che consente ai top in Betacryl di essere lavorati molto facilmente e di essere giuntati per realizzare anche le vasche del lavello in continuità con il top.

La superficie di questo tipo di top gode dei significativi vantaggi di essere non assorbente, non porosa ed ecologica e quindi adatta al contatto diretto con gli alimenti.

piano cucina - anta gola

7. PIANO CUCINA IN DEKTON.

Chiudiamo la presentazione dei top con questo materiale che nasce da una sofisticata miscela delle migliori materie prime utilizzate nella produzione di vetro, materiali ceramici e quarzo di altissima qualità.

Il Dekton rappresenta i massimi livelli tecnologici raggiunti. Un’elevata resistenza ai raggi UV consente a questo tipo di top di non scolorire e di mantenere inalterate negli anni la sua intensità.

Altra caratteristica apprezzata è l’alta resistenza ai graffi e alle macchie, grazie alla ridottissima porosità e alla assenza di resine: peculiarità che lo qualificano come un top assolutamente resistente anche al calore, rendendo possibile il contatto anche con le pentole appena tolte dal fuoco vivo.

Una serie infinita di incredibili vantaggi tecnici che rendono questo top estremamente funzionale, versatile e adattabile a ogni circostanza, a cui vanno aggiunte una serie di caratteristiche estetiche di assoluto valore che donano eleganza e fascino.

Viene concessa la possibilità di gestire con un’unica lastra l’intero top o il piano di un’isola, creando un incredibile effetto di pulizia.

Come per il top in Quarzo, anche nel Dekton consigliamo soluzioni con lavelli sotto-top o filo/semifilo top in acciaio per esaltare pulizia e bellezza di questo piano di lavoro.

Ricerca continua in termini di colori e finiture che spaziano dalla semplicità dei colori solidi per arrivare all’estrema eleganza e raffinatezza delle finiture che replicano le venature del marmo o l’ossidazione del metallo.

top per cucine - piano cottura Dekton
top per cucine Dekton 2

Top per cucine: l’importanza dell’estetica.

Il top cucina è un componente esposto “a vista”. La scelta del suo materiale non è solamente legata alla resa nel tempo, ma è necessario valutarne anche l’estetica.

La scelta del colore del top permette di definire l’identità e l’anima che vogliamo dare alla nostra cucina.

In base all’effetto che si vuole generare e ai propri gusti personali, esistono due grandi possibilità, entrambe affascinanti ed eleganti, ma che generano effetto opposto:

1. La prima scelta si basa su un approccio che prevede uniformità di tonalità tra il top e le basi della nostra nuova cucina, che genera coerenza e linearità, tipica delle cucine moderne.

Una scelta minimal in grado di dare risalto a oggetti di design e a particolari dettagli.

Una soluzione che potrebbe diventare ancora più suggestiva sfruttando il tono su tono o qualche effetto naturale reso possibile da alcuni materiali di nuova generazione.

2. La seconda opzione prevede invece un piano di lavoro maggiormente in evidenza, in contrasto con le basi e il resto della cucina.

Una soluzione pensata e studiata soprattutto per gli amanti delle cucine contemporanee e degli stili Urban e Industrial, una proposta che esalta e sottolinea il fascino e la struttura del top.

top per cucine colorato nero
top per cucine in essenza

Un matrimonio perfetto

Una volta chiarite caratteristiche dei principali top disponibili sul mercato e definito il percorso ideale per una scelta consapevole ora sarai sicuramente pronto per scegliere al meglio il piano di lavoro della tua nuova cucina.

Avrai modo di esprimere tutto il tuo gusto abbinando il top ideale per le tue esigenze e modalità di utilizzo della cucina.

Ora, se non l’hai già fatto, non ti resta che pensare alla forma che vuoi dare alla tua nuova cucina e di conseguenza al top. Per scoprire tutte le possibili opzioni per progettare la tua cucina, leggi la guida completa.

Sei amante delle forme più semplici e sei affezionato alle tradizioni? Scopri tutti i consigli dei nostri designer che hanno svelato alcuni segreti per progettare e valorizzare al massimo la cucina lineare.

Non riesci a resistere al fascino della novità e preferisci cucine dal design più ricco? I nostri esperti hanno messo a confronto le cucine con isola e le cucine con penisola. Scopri caratteristiche e punti di forza delle due composizioni.

Continua a leggere l’articolo se vuoi scoprire le tendenze per il 2019! 

I nostri consigli sui migliori top cucine selezionati per te.

Stai per acquistare la tua nuova cucina e sei indeciso su quale sia il piano cucina migliore per te? Che tu preferisca una cucina moderna romantica o di design, con i nostri consigli e gli aggiornamenti sui materiali 2019 più utilizzati per realizzare i migliori top per cucine avrai le idee più chiare.

I motivi che ti porteranno ad acquistare un determinato top per il tuo piano cucina sono diversi. Continuando a sottolineare che si tratta della superficie più esposta ed utilizzata, e quindi più sottoposta a rischi di usura, la ricerca del piano ideale deve condurre ad una scelta che sia la sintesi di diverse peculiarità tecniche e di aspetti che possano venire incontro a tutte le tue esigenze: oggi abbiamo a disposizione soluzioni altamente performanti, soprattutto in termini di qualità e resistenza, che non trascurano il valore estetico e nemmeno il prezzo.

La nostra esperienza nel settore ci ha permesso di ricercare e testare le specificità dei diversi materiali, le tendenze rispetto ai colori e alle finiture, e di selezionare per te quattro top cucina che rispondono esattamente alle caratteristiche e alle esigenze appena sottolineate.

Cucina contemporanea Positano

Vuoi un materiale performante ed economico? Ti consigliamo il top per cucine in laminato ABS.

Non ha rivali in termini di convenienza, ma anche rispetto a qualità e funzionalità dà ottime prestazioni. È un materiale estremamente pratico come top da cucina: ha una buona resistenza al logoramento e si pulisce facilmente. Inoltre, sopporta bene urti, abrasioni e graffi che si generano durante l’utilizzo quotidiano. La sua sensibilità si manifesta però in caso di un’esposizione prolungata alle fonti di calore: prima di appoggiare una pentola calda sulla superficie, si consiglia infatti l’utilizzo di un sottopentola.

Il piano cucina laminato non è solo una soluzione dall’ottimo rapporto qualità prezzo, ma è anche molto versatile: è uno dei materiali che ha più finiture e colorazioni disponibili sul mercato, cosa che lo renderà un ottimo alleato nel conferire alla tua cucina uno stile personale e modaiolo, senza tralasciare l’aspetto funzionale.

Il top in laminato ABS in breve:
PRO: buona resistenza a urti, abrasioni e graffi. Facile pulizia. Vasta scelta di colori e finiture.
CONTRO: poca resistenza al calore.

Evoluzione del top cucina in laminato: impermeabilità e resistenza del piano in HPL.

Rispetto al top ABS, un piano cucina in HPL è più robusto e non poroso perché sottoposto ad un trattamento ad alta pressione. La possibilità di utilizzare pannelli singoli per un’unica superficie permette inoltre di bloccare infiltrazioni di acqua, vapori e oli che causano in altri materiali rigonfiamenti e un veloce logoramento. Questa caratteristica dà anche un altro vantaggio: ai top in HPL è possibile integrare un lavello della stessa finitura creando una continuità con il piano di lavoro.

Nonostante l’evoluzione della tecnologia e i continui studi su questo materiale, il suo tallone d’Achille rimane la poca resistenza alle esposizioni a fonti di calore. Rimane comunque una soluzione ideale sia in termini di resistenza e prezzo, sia per il suo valore estetico e funzionalità.

Il top in HPL in breve:
PRO: robusto e non poroso, stop a infiltrazioni di acqua e oli. Lavello con la stessa finitura. Buon rapporto qualità/prezzo.
CONTRO: poca resistenza al calore.

Durabilità ed il massimo dell’estetica al servizio del tuo piano cucina: il top in quarzo.

Tra i materiali per piani cucina più di moda e utilizzati negli ultimi tempi c’è il quarzo. Questo materiale non sorprende solo per la sua resa estetica, ma anche per la sua elevata qualità. Le eccellenti performance qualitative, risultato di anni di ricerca e sviluppo, hanno reso questa superficie igienica e durevole, quindi molto adatta ad essere utilizzata come piano di lavoro in cucina. Durezza, resistenza e versatilità sono le caratteristiche che esprimono tutto quello che devi aspettarti da un top cucina in quarzo. È un ottimo sostituto di graniti e marmi, e presenta tutti i loro punti di forza: è altamente performante, resistente alle macchie e facile da pulire, disponibile in tantissimi colori e nuance, ed è esteticamente molto simile a questi materiali nobili. È inoltre totalmente idrorepellente e sopporta bene il contatto con tutti gli alimenti ad eccezione degli acidi contenuti nel pomodoro o nel caffè.

Se per arredare la tua cucina sceglierai questo tipo di superficie, i vantaggi non saranno solo funzionali: che sia lucida o opaca, potrai decidere se optare per una totale uniformità cromatica o lavorare di finiture e tonalità contrastanti. Ogni tua scelta esalterà linee e forme di questo ambiente, permettendoti di esprimere il tuo stile personale.

L’unico lato negativo del quarzo è la sua sensibilità al calore: la vicinanza a questo tipo di fonti può infatti creare alterazioni di colore soprattutto nelle tonalità chiare.

Il top in quarzo in breve:
PRO: restituisce perfettamente l’effetto granito e marmo, grande impatto estetico. Idrorepellente, resistente e versatile.
CONTRO: sensibilità al calore, costoso.

Vuoi abbinare alte performance qualitative ed estetica? Scegli il Dekton: il materiale giusto per il tuo piano cucina.

Espressione di bellezza e resistenza, il top in Dekton si distingue per la superficie compatta e senza porosità, caratteristica che gli conferisce le sue alte prestazioni. Il Dekton è un materiale estremamente resistente a graffi, shock termici, raggi UV, attacchi batterici, luci e acidi dei detersivi.Ecco quindi perché è ideale come superficie di lavoro della cucina.

Che sia lucido, opaco o di colori che richiamano la pietra naturale, la sua resa estetica e la sua ottima funzionalità non hanno paragoni.

È vero anche che, pur essendo molto durevole, ha una fragilità: quella di essere sensibile agli urti nei punti più esposti come angoli, bordi e bisellature.

Un’ulteriore punto a favore, invece, è dato dalla facilità di manutenzione e pulizia: per pulire il Dekton bastano acqua, sapone neutro e una spugna morbida per trattamenti quotidiani; detergenti più abrasivi per macchie più aggressive e resistenti. La soluzione da un’unica lastra (2,70 m) ti libererà dal pericolo di avere fastidiose infiltrazioni e donerà alla tua cucina estrema raffinatezza.

Il top in Dekton in breve:
PRO: compatto e non poroso, resistente e facile da pulire.
CONTRO: sensibilità agli urti negli angoli, nei bordi e nelle bisellature. Meno caro del quarzo anche se a livello di prezzo non può competere con i laminati.

Top cucina Dekton Entzo

La tecnologia al servizio del tuo piano cucina: il top in Fenix.

È il materiale che ha spopolato al Salone del Mobile di Milano 2019, per la sua accattivante resa estetica e la sua estrema versatilità che fa sì che possa essere utilizzato come superficie adatta per rivestire diversi complementi di arredo come tavoli, sedie, pensili, porte, piani cucina e bagno.

Come top cucina, in particolare, regala una continuità senza pari perché può essere utilizzato per le ante e inoltre permette di integrare, senza giunture, il lavello al piano di lavoro. È un buon compromesso tra valore estetico e prezzo: rimarrai sicuramente affascinato dall’elegante plasticità e morbidezza al tatto che darà al tuo top, e dal suo prezzo competitivo.

Come per i laminati, dai quali ha ereditato diverse caratteristiche come la resistenza all’usura, al calore e la facilità di pulizia, anche Il Fenix è disponibile in tantissime nuance. Le resine di cui è composto lo rendono inoltre termoriparabile, ovvero è possibile rigenerarlo da piccoli graffi attraverso un trattamento di calore con un panno e un ferro da stiro.

Il top in Fenix in breve:
PRO: resistente e versatile, alto impatto estetico, buon rapporto qualità prezzo, soft touch e anti-impronta, bassa riflessione della luce, igenico e facile da pulire.
CONTRO: le finiture sono disponibili solo in opaco, costo maggiore rispetto ai laminati.

Top cucina e tavolo Fenix

Tendenze colori 2019 per il top cucina, il ritorno ai cromatismi naturali.

Per aiutarti a creare il tuo ambiente, sia che tu lo voglia attraente, elegante e classico, o più minimal e moderno, ti presentiamo le tendenze di quest’anno in materia di colori top cucina.  

Per tutti i materiali c’è un ritorno alle nuance naturali, dai bianchi alle tonalità scure del nero e del marrone, fino a quelle che ricordano gli effetti pietra e marmo. Le sfumature dorate, invece, diventano protagoniste di composizioni più eccentriche e luminose.

Se vuoi un top cucina in laminato ABS all’ultimo grido, sceglilo in Botticino marrone o in Rovere wafer.

Nel piano cucina in HPL l’effetto pietra viene richiamato dal colore Botticino marrone: s’ispira all’omonimo marmo e presenta cromie naturali e terrose con sfumature chiare.

Si riconferma tendenza anche per quest’anno il top che ricorda le nuance del legno. Nella sua versione Rovere Wafer arricchirà la tua cucina di tonalità calde, che renderanno questo ambiente non solo adatto alle mille attività quotidiane, ma anche molto accogliente.

In questo caso, come del resto con gli altri top, potrai decidere se lavorare in continuità con le altre finiture della zona giorno o giocare di contrasti.

Entrambe le soluzioni rappresentano delle proposte glamour e versatili in grado di soddisfare stili e gusti differenti.

In foto te lo mostriamo in Rovere wafer.

Top cucina laminato ABS Rovere wafer

Alabastro e Testa di moro, i colori di punta per i piani cucina in HPL.

Queste due nuance portano in cucina l’armonia e la raffinatezza tipiche dei materiali preziosi utilizzati nell’arte classica. La prima richiama l’Alabastro e presenta importanti venature in tonalità più chiare. Dalla bellezza cromatica evocativa, conferirà alla tua cucina un’eleganza raffinata d’altri tempi.

Il top cucina HPL nel colore Testa di moro è una sfumatura del grigio scuro che riprende anch’essa l’effetto pietra naturale. Dalle sfumature più sottili e delicate, sarà la soluzione ideale se vorrai creare un ambiente dalla personalità più delicata e moderna.

Qui trovi il piano cucina in HPL Alabastro.

Top cucina HPL Alabastro con lavandino integrato
Top cucina HPL Alabstro

Hai deciso di acquistare un piano cucina in quarzo? Ecco le sfumature più cool.

Per il top più trendy di quest’anno, il quarzo, il colore più in voga è il Nero Marchina: esattamente della stessa cromia dell’omonimo marmo, sarà perfetto se vorrai creare dei tono su tono abbinandolo a superfici scure. Molto adatto ad ambienti luminosi, conferirà uno stile contemporaneo alla tua cucina.

Estremamente elegante è invece la finitura Calacatta Gold che imita il marmo classico dell’antichità con le sue venature dorate. Si abbinerà perfettamente nel caso volessi progettare una cucina nelle tonalità del bianco.

Altra finitura straordinaria, d’spirazione più industrial, è Il Brooklyn che richiama la pietra serena con il suo grigio intenso. Potrai donare un effetto che ripropone le porosità e le irregolarità di questo materiale al top cucina, caratterizzando il tuo ambiente con uno stile moderno e dalla forte personalità.

In foto ti mostriamo il Calacatta Gold e il Brooklyn.

Top cucina in quarzo Calacatta gold
Top cucina in quarzo Brooklyn

Natural e industrial: le tendenze colori dei top cucina in Dekton.

Anche le nuove proposte per questo materiale si ispirano alla natura e ai processi organici. Due linee dettano lo stile per il top cucina in Dekton del 2019: la natural e l’industrial.

Per la prima, ispirata ai marmi pregiati e alle pietre naturali, i colori di punta sono L’Entzo, classico e delicato con sfumature dorate e le venature tipiche di queste rocce su base bianca, e il Kelya, che con le sue tonalità scure più simili alla pietra focaia e vulcanica, alleggerite da morbide venature più chiare, creerà un forte contrasto in cucine dalle nuance delicate e chiare.
La collezione Industrial vuole riprodurre invece la bellezza del metallo e del cemento esaltando il ciclo vitale di questi materiali. In alcune texture, tonalità del grigio e del marrone si fondono creando nuance che imitano i processi di ossidazione e invecchiamento, mentre grigi chiari e scuri ripropongono i colori tipici del cemento e dei pavimenti realizzati con questo materiale.

Se sei amante dello stile minimal e d’ispirazione industriale, queste proposte trasgressive daranno al design della tua cucina un forte impatto cromatico.

Nelle immagini puoi vedere il Kelya e l’Entzo.

Top cucina Dekton Kelya
Top cucina Dekton Entzo

Top in Fenix: Nero ingo, Grigio bromo e Cacao orinoco, le cromie più di moda.

Ricreano atmosfere dark di estrema eleganza e minimalismo i colori di tendenza del 2019 per il Fenix. Esalteranno l’estetica della tua cucina moderna sia se sceglierai di abbinarli a tonalità complementari sia se ti piacerà accostarli alle essenze legno di ante e tavolo.

Perfetti per ambienti grandi e luminosi anche come unica finitura per top cucina, ante e tavolo, mentre sarà meglio abbinarli a tonalità più chiare se lo spazio risulta ridotto.

Nell’immagine puoi vedere il top in Fenix Nero ingo con piano cottura a induzione e lavello integrato.

Top cucina Fenix Nero ingo

Sei ancora indeciso? Puoi farti consigliare da un nostro arredatore prenotando la tua consulenza gratuita cliccando qui sotto!

Vuoi un arredatore a tua disposizione?

nel punto vendita a te più vicino

Tieniti sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter Pensarecasa.it

Compila il form e richiedi un appuntamento gratuito

Richiesta appuntamento - icona biglietto

Consulenza Gratuita

Richiesta appuntamento - icona progettazione

Un progettista dedicato

Richiesta appuntamento - icona orario

Scegli l’orario che preferisci

Richiesta appuntamento - icona telefono

Ti richiamiamo noi

Facci sapere quando contattarti per fissare il tuo appuntamento


Compila il form per avere maggiori informazioni



Compila il form e richiedi un appuntamento gratuito

Richiesta appuntamento - icona biglietto

Consulenza Gratuita

Richiesta appuntamento - icona progettazione

Un progettista dedicato

Richiesta appuntamento - icona orario

Scegli l’orario che preferisci

Richiesta appuntamento - icona telefono

Ti richiamiamo noi

Facci sapere quando contattarti per fissare il tuo appuntamento